Costituzione intelligente

Login

ISCRIVITI AL BLOG TRAMITE E-MAIL

Articoli più letti


Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Tutti gli incentivi pubblici per le startup da Nord a Sud. I Parte

Fondi europei, incentivi fiscali, microcredito e bandi regionali. Sono diverse, su ogni territorio, le possibilità offerte dagli enti locali a chi vuole fare startup ma non ha tutte le risorse economiche necessarie per far partire le proprie idee d’impresa. Abbiamo raccolto in questo primo articolo tutti i bandi, finanziamenti e agevolazioni in vari settori produttivi, per start up giovanili, micro, piccole e medie imprese.

Mans hand drawing Startup concept on white notebook

Emila Romagna: Start Cup 2017

Start Cup Emilia-Romagna – Edizione 2017 è la business plan competition che si svolge sul territorio dell’Emilia-Romagna per favorire la nascita di nuove imprese ad alto contenuto innovativo.

Start Cup Emilia-Romagna – Edizione 2017 è promossa dalla Regione Emilia-Romagna e da ASTER Soc. Cons.p.A. (ASTER) in qualità di soggetto attuatore, nell’ambito del “Progetto di Attività di supporto all’attuazione del “Piano triennale integrato Fondo Sociale Europeo, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: Alte competenze per la ricerca, il trasferimento tecnologico e l’imprenditorialità” (CUP N: E41E15000460009), in collaborazione con l’Università degli Studi di Bologna, l’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Università di Parma, l’Università di Ferrara, il Politecnico di Milano sede di Piacenza, l’Università Cattolica del Sacro Cuore sede di Piacenza.

La competizione ha l’obiettivo di:

  • accrescere il numero di idee di impresa che valorizzino risultati della ricerca;
  • intercettare il maggior numero possibile di idee imprenditoriali, anche attraverso l’erogazione di contributi aggiuntivi;
  • accrescere la visibilità dei suddetti progetti a livello regionale e sui loro territori di appartenenza;
  • promuovere la competizione sui diversi territori della regione.

Destinatari: persone fisiche che abbiano raggiunto la maggiore età, (individualmente o in team) che intendano avviare iniziative di sviluppo di prodotti e servizi innovativi in Emilia-Romagna.

Le idee imprenditoriali oggetto della candidatura devono possedere almeno uno tra i seguenti requisiti:

  • proporre prodotti/servizi innovativi;
  • impiegare nuove tecnologie;
  • essere basate su competenze di alto profilo;
  • adottare soluzioni organizzative e/o di mercato innovative;
  • dimostrare di avere una stretta relazione con attività di ricerca sviluppate in Università o Enti pubblici di ricerca.

Premi:

  • 3 contributi regionali, consistenti in contributi in conto esercizio per i primi 3 progetti della graduatoria finale proclamati al termine del Tech-Garage; condizione per l’erogazione del contributo è la costituzione in società entro 4 mesi dalla proclamazione;
  • 1 contributo specialeal primo classificato della graduatoria finale della StartCup, consistente in un contributo in conto esercizio; condizione per l’erogazione del contributo è la costituzione in società entro 4 mesi dalla proclamazione;
  • Partecipazione al PNI Premio Nazionale per l’Innovazioneper al massimo 3 progetti della graduatoria finale, con idee di impresa che valorizzano risultati della ricerca proclamati al termine del Tech-Garage;
  • Contributo speciale Silicon Valley: accesso al “Mindset Program”, programma immersivo per l’acquisizione del mindset imprenditoriale in Silicon Valley, per uno dei membri del team del progetto primo classificato;
  • Contributo Ecofan by IREN: per il progetto che promuove attività e/o o idee volte a favorire la sostenibilità ambientale e la sua applicazione nelle aree di business di Iren;
  • Premio speciale Federmanagerper ciascuno dei primi 3 progetti classificati messo a disposizione da Federmanager Bologna-Ravenna;
  • Premio speciale di Legacoop Estenseper progetti d’impresa che intendano costituirsi in forma cooperativa sui territori di Ferrara o Modena;
  • Premio Confcooperative Forlì Cesena: per progetti imprenditoriali legati all’innovazione sociale sui territori di Forlì e Cesena;
  • Premio Idea.Net: per progetti nel settore “green economy” nella provincia di Ferrara;
  • 13 premi locali.

 

Piemonte: Creazione di imprese innovative e Spin Off della ricerca pubblica

L’obiettivo del progetto è il proseguimento e l’implementazione delle attività e dei servizi posti in essere nel periodo 2009/2013 per stimolare e sostenere la nascita di nuove imprese e spin off della ricerca pubblica, comprese le imprese innovative che intendono avviare una attività economica di innovazione sociale.

Finpiemonte S.p.A., in continuità con il Progetto Spin off 2007/2013, d’intesa con gli incubatori universitari pubblici con sede legale ed operativa nel territorio della Regione Piemonte, seleziona, fino ad esaurimento fondi del progetto, sia attività di formazione e consulenza/tutoraggio nei confronti degli aspiranti imprenditori (o team imprenditoriali) finalizzata alla verifica della effettiva validità dell’idea e alle sue concrete possibilità di trasformarsi in impresa, fino alla redazione del business model/business plan, sia attività di tutoraggio e accompagnamento imprenditoriale nei confronti degli aspiranti imprenditori (o team imprenditoriali), nel passaggio dal business model/business plan all’impresa e delle neo imprese costituite, come necessario complemento ai servizi offerti nella linea precedente.

In particolare la linea d) “Sostegno alle nuove imprese innovative” prevede un sostegno finanziario alle nuove imprese che hanno usufruito dei servizi di attività di tutoraggio e accompagnamento svolte dagli incubatori universitari pubblici.

Ai contributi della linea d) possono accedere le imprese costituite e attive, insediate nel territorio della Regione Piemonte, nate attraverso i servizi erogati dagli incubatori universitari pubblici.

Possono pertanto presentare domanda tutte le imprese aventi le seguenti caratteristiche:

  • Insediate con sede legale e almeno una unità locale nella Regione Piemonte;
  • Costituite e regolarmente iscritte alla CCIAA;
  • attive.

I contributi relativi alla presente Azione verranno erogati in conformità al Regolamento (UE) n. 1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore “de minimis” di cui infra e pertanto l’erogazione sarà concessa nell’ambito del regime “de minimis” che verrà preventivamente verificato. Unitamente alla domanda il beneficiario dovrà pertanto trasmettere apposite dichiarazioni in merito.

Lombardia: Contributi per startup innovative a vocazione sociale – Bando Siavs

L’iniziativa intende sostenere la realizzazione di progetti che presentino innovazione di servizi, processi e metodi nuovi ideati per risolvere in modo efficace un problema della comunità di riferimento, con l’obiettivo di interessare la popolazione locale verso una problematica comune, mobilitare risorse, attirare investimenti e stimolare soluzioni “scalabili”. L’iniziativa verrà realizzata in collaborazione con il Sistema Camerale Lombardo.

I beneficiari sono startup innovative a vocazione sociale già costituite e aspiranti imprenditori, ossia persone fisiche che provvedano, nel termine perentorio di 90 giorni a partire dalla data del provvedimento di concessione, pena la decadenza dal contributo.

Nel rispetto, cumulativo o alternativo, delle singole categorie di aiuto in esenzione di cui agli artt. 25 e 29 del Regolamento 651/2014 è previsto un contributo massimo di € 100.000 per impresa. L’investimento dovrà essere almeno pari o superiore ad € 50.000.

Il contributo verrà erogato sulla base di uno stato avanzamento lavori. Ad ogni stato di avanzamento verrà riconosciuto il 30% del contributo approvato. L’ultimo 10% sarà erogato all’impresa solo alla fine, verificato il raggiungimento di tutti gli obiettivi dichiarati inizialmente e sulla base di una valutazione condotta anche sulla comunità di riferimento per verificare l’efficacia delle azioni condotte. La parte variabile sarà quantificata sulla base di un’apposita formula (vedi Criteri).

 

Veneto: Realizzazione di interventi nel capitale di rischio di Pmi – L.R. 19/2004

Il Patrimonio Destinato ammonta a complessivi Euro 10.000.000 di euro ed ha per oggetto l’assunzione di partecipazioni temporanee e minoritarie al capitale di rischio di Piccole e Medie Imprese del Veneto, e cioè l’acquisizione, detenzione e gestione dei diritti, rappresentati o meno da titoli, nel capitale di società aventi forma giuridica di “società di capitale“, aventi sede e/o stabilimento principale nella Regione del Veneto.

Le assunzioni di partecipazioni da parte del Fondo, nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 800/2008, articolo 29, comma 4, saranno finalizzate:

  • al sostegno di piani di sviluppo o progetti di investimento delle imprese concernenti l’ampliamento delle attività esistenti;
  • lo sviluppo di nuove attività;
  • l’introduzione di innovazioni o di nuove tecnologie nel metodo o nel sistema di produzione.

Veneto Sviluppo Spa, svolgendo l’attività tipica di una merchant bank, si adopera per perseguire, nel medio periodo, un incremento del valore della partecipazione detenuta e, conseguentemente, un’adeguata remunerazione dell’investimento effettuato.

Contattaci per un colloquio personale» Calcola un’offerta e costituisci ora

nuovo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *