Costituzione intelligente

Login

ISCRIVITI AL BLOG TRAMITE E-MAIL

Articoli più letti


Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Struttura e contenuto di un business plan

Nel seguente articolo vi mostriamo come dovete strutturare il vostro business plan. Seguendo il nostro concetto DECOLLO potrete stilare un business plan professionale e convincente.

Business Idea

Management Summary

Il management summary è il vostro business plan in una versione breve. Nel management summary dovete delineare la vostra idea imprenditoriale così come il modello di business, la strategia, l’offerta, il mercato di riferimento, il team aziendale e indicare le cifre chiave della pianificazione finanziaria come i ricavi, i profitti, nonché i requisiti di capitale.

Il concetto del DECOLLO

In seguito vi mostriamo in che ordine dovete strutturare il vostro business plan e cosa deve contenere ogni capitolo. Il nostro concetto di come sviluppare un business plan vi permette di offrire al lettore una panoramica ben strutturata e contenete tutte le informazioni più importanti. Basta seguire la seguente struttura:

 

  • D – Definire l’attività
    • Idea imprenditoriale: settore, intenzioni, come è nata l’idea
    • Modello di business comprensibile: servizi, produzione dell’offerta, partner
    • Descrizione dell’azienda: sede, nome, status giuridico, data di fondazione
    • Definire l’amministrazione dell’azienda (chi fa cosa, 100%?): compatibilità, idoneità personale, le qualifiche, le competenze, l’esperienza, mettere in evidenza la gestione
    • I servizi/prodotti offerti: panoramica dei prodotti e dei servizi, le esigenze dei clienti e dei benefici, discussione di ricerca e sviluppo (prodotti secondari, innovazione di prodotto, brevetti)

 

  • E – Effettuare una ricerca di mercato
    • Mercato: panoramica del mercato, raggio d’azione, i clienti, le dimensioni del mercato, la quota di mercato di riferimento, la valutazione del mercato (trend, tassi di crescita, le barriere all’ingresso)
    • Caratterizzare i clienti target: gruppi target, segmenti di clientela, priorità

 

  • C –  Concorrenza
    • Settore: industria, fornitori, prodotti sostitutivi, il potere dei clienti, la concorrenza da parte dei concorrenti
    • Concorrenti: numero di concorrenti, i concorrenti diretti e indiretti, punti di forza e di debolezza, posizione di mercato, prodotti

 

  • O – Organizzazione
    • Processi: compiti principali, la produzione, processi di gestione, di business e di supporto, amministrazione
    • Struttura organizzativa: unità organizzative, diritti di impartire ordini, il processo decisionale, il personale, i ruoli e le responsabilità, l’organigramma
    • Sede e infrastrutture: siti di produzione e punti vendita, vantaggi e svantaggi del sito selezionato, infrastrutture, impianti di produzione

 

  • L – L’ingresso nel mercato
    • Posizionamento: USP, prezzi vantaggiosi o differenziazione, la propria posizione nel mercato
    • Strategia: il design del prodotto e assortimento, prezzi, distribuzione, comunicazione
    • Pianificazione delle vendite: campi d’attività, pianificazione delle vendite, pianificazione del fatturato

 

  • L – L’avvenire
    • Opportunità e rischi: le opportunità e le minacce interne ed esterne
    • Punti di forza e di debolezza: punti di forza e di debolezza nelle procedure, nell’organizzazione o per quanto riguarda la clientela
    • Roadmap: porsi degli obiettivi per quanto riguarda la produzione ed il mercato, break-even

 

  • O – Operazioni finanziarie
    • Ricavi e spese: pianificare le entrate e le spese, conto economico
    • Requisiti patrimoniali e finanziamento: investimenti, liquidità, costi di costituzione, le necessità di finanziamento, debito e capitale proprio
    • Liquidità: pianificazione e disponibilità dei mezzi liquidi
    • Stato patrimoniale: contrapposizione di attivi e passivi
    • Indicatori / Ratios: redditività, finanziamento, liquidità

 

Infine non dimenticatevi di inserire un’appendice contenente i vostri curriculum, i calcoli e le analisi dettagliate per le vostre ipotesi, vari opuscoli, ecc.

 

» Contattaci per un colloquio personale» Calcola un’offerta e costituisci ora

nuovo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *