Costituzione intelligente

Login

ISCRIVITI AL BLOG TRAMITE E-MAIL

Articoli più letti


Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Assegnazione e cessione beni a soci – Trasformazione in società semplice – Estromissione immobili imprenditore individuale

L’art. 1 comma 565 della Legge di Bilancio 2017 (L. 232 del 11/12/2016) ha esteso per il periodo compreso tra il 1/10/2016 e il 30/09/2017, la possibilità di effettuare le operazioni agevolate di assegnazione e cessione di beni ai soci e trasformazione in società semplice, in precedenza previste sino al 30.9.2016. Parimenti, è stata estesa la possibilità di effettuare l’estromissione dal regime d’impresa degli immobili strumentali posseduti dall’imprenditore individuale, sino alla data del 31/05/2017, in precedenza prevista sino al 31/05/2016.

Senza titolo

Assegnazione, cessione di beni e trasformazione in società semplice

I beni agevolabili sono i beni immobili (esclusi quelli strumentali per destinazione) e i beni mobili iscritti nei pubblici registri (es. autoveicoli, imbarcazioni, aeromobili) non utilizzati quali beni strumentali.

La trasformazione in società semplice richiede che la società abbia per oggetto esclusivo o principale la gestione di tali beni (es. società di gestione immobiliare).

Imposte dirette: la differenza, se positiva, tra il valore normale dei beni (o il corrispettivo in caso di cessione) e il costo fiscale, costituisce plusvalenza tassabile da assoggettare ad un’imposta sostitutiva dell’8% (o del 10,5% se la società risulta di comodo per almeno due annualità su tre dell’ultimo triennio). Per gli immobili è consentito assumere, quale valore normale, il valore catastale. In caso di annullamento di riserve in sospensione d’imposta, vi è un’ulteriore imposta sostitutiva del 13%.

Per le operazioni effettuate dall’1.10.2016 al 30.9.2017, le imposte sostitutive devono essere versate:

  • per il 60% entro il 30.11.2017;
  • per il rimanente 40% entro il 16.6.2018.

Imposte indirette: l’aliquota dell’imposta di registro proporzionale è ridotta al 50%; le imposte ipotecaria e catastale sono previste in misura fissa. Ai fini IVA non è prevista alcuna agevolazione particolare.

Effetto sui soci assegnatari: nel caso di assegnazione di beni, il reddito in natura dei soci derivante dall’assegnazione è ridotto in misura pari all’ammontare sul quale la società ha assolto l’imposta sostitutiva.

 

Estromissione degli immobili strumentali per l’imprenditore individuale

L’estromissione si perfeziona attraverso un comportamento concludente dell’imprenditore (che si traduce in apposite annotazioni in contabilità); per effetto dell’estromissione l’immobile si considera posseduto dalla persona fisica in qualità di “privato” non imprenditore dall’1.1.2017.

 

Imposte dirette: la differenza, se positiva, tra il valore normale degli immobili ed il costo fiscalmente riconosciuto, costituisce plusvalenza tassabile da assoggettare ad un’imposta sostitutiva dell’8%; anche in questo caso è consentito assumere, quale valore normale, il valore catastale.

L’imposta sostitutiva dell’8% deve essere assolta:

  • per il 60% entro il 30.11.2017;
  • per il rimanente 40% entro il 16.6.2018.

 

Imposte indirette: non sono dovute le imposte di registro, ipotecaria e catastale. Ai fini IVA, vige la disciplina ordinaria, anche se nella maggior parte dei casi il regime naturale dell’operazione è l’esenzione.

 

Vuoi ricevere una consulenza o richiedere un preventivo per la tua attività al nostro commercialista qualificato?

Richiedi un appuntamento senza impegno Richiedi un preventivo senza impegno

nuovo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *